Enrico Bernard
Roma

Biografia di Enrico Bernard

 

1955 – Nasce a Roma l’11 novembre.

1975 –  Si iscrive alla facoltà di Lettere e Filosofia e segue corsi di filosofia, linguistica, psicologia, pedagogia e letteratura tedesca. Dopo aver studiato chitarra classica, composizione ed aver suonato in varie...

Read more
MY POSTS

PER LE RIME, BEATRICE RISPONDE A DANTE.  DAl 6 maggio al Teatro Tordinona con Melania Fiore. Vola alto il Sommo Poeta elevandosi sopra le cose materiali verso la purezza del Settimo Cielo! Ma il suo viaggio ultraterreno si compie sulla base di una contraddizione umana: l'essere corpo che cade e decade con tutti i difetti fisici, ma anche ideologici e intellettuali della caducità stessa.

Così Beatrice, eleveta a spirito purissimo ed eccelso tra i bagliori di luce superna, viene a reclamare la sua fisicità terrena imputando al Sommo Poeta di averla trasferita tra le sfere superne per compiere una  maestosa opera lirica che però nasce dal sacrificio della femminilità. Beatrice si sente un po' stretta nel ruolo di  donna-idolo della poesia stilnovista: le mancano le passioni e i desideri della sua natura umana e accusa la poesia di sublimare molto spiritualmente e realizzar poco fisicamente.

Trasportata di peso e - diciamolo! -  un po' con violenza sul piano mistico e metafisico come la "donna del Paradiso",  la lauda medievale da cui la Commedia trae qualche spunto, Beatrice costringe Dante a tornare coi piedi per terra, a guardare in faccia la realtà come del resto il Poeta stesso dice di voler fare nella sua "missione del vero": una missione che però non si compie del tutto se non come messaggio  non sempre palese nella sua opera. Un messaggio ora occultato dietro una particolare simbologia da adepti rosacrociani, ora espressa con la  lingua, il  volgare stilnovista, "illustre, regale, cardinale e curiale" che si impone dall'alto sui volgari dialettali e che si struttura come un codice non direttamente comprensibile dal volgo che dovrebbe parlarlo: una lingua tecnocratica e aulica che necessita di "parafrasi" e di traduzione.

La Beatrice che Dante stesso ha imboccato con qualche rimprovero (mi mandasti in Paradiso mentre tu dopo breve sofferenza ti rincuorasti con qualche sgualdrinella, le fa dire Dante stesso) ora è un fiume in piena: non più trattenuta dal suo ruolo etereo, ma ritornata donna, affronta il suo uomo con le armi tipicamente femminili della punzecchiatura e della provocazione. Ironico e a tratti divertente il monologo della donna - che potremmo ora definire "scesa dal Paradiso" -  ci mostra l'aspetto umano e spogliato di ogni agiografia del Poeta nella sua solitudine creativa, coi suoi dubbi ed angosce immacabilmente terrene.

Cenerentola assassina. Una storia che anticipa blue whale. In un fight club al femminile un gruppo di ragazze viene addestrato alla supremazia nei confronti dell'altro sesso. Comincia come arma di difesa, ma poi si passa all'attacco. Le giovani adepte dovranno dimostrare di aver appreso la tecnica psichica ed eroica adescando un ragazzo per indurlo al suicidio.  Nel volume anche Un mostro di nome Lila e La voragine.

Attachment: https://www.lafeltrinelli.it/libri/enrico-bernard/un-mostro-nome-lilacenerentola-assassinala/9788868970901?utm_source=Google-shopping&utm_campaign=comparatori&utm_medium=cpc&utm_term=9788868970901&zanpid=2391576005703179264&gclid=EAIaIQobChMI1IDFlIbz2AIVZDPTCh3-mwH2EAYYASABEgIt2vD_BwE

Una metafora del nulla che ci schiaccia, che ci pone di fronte alla crudezza di una realtà fine a se stessa; una metafora che sa farsi sberleffo, irriverenza, scurrilità; che sa trascinarci con disinvoltura nel baratro dell’assurdo. Tanto, al di là delle apparenze, non ci sono che loro, le ombre, il grande vuoto della Voragine, e ci sono le sofferenze e le umiliazioni di Ori per forza di cose senza alcuna prospettiva di riscatto. Eppure questo dialogo del nulla, forse proprio per il suo pessimismo radicale, ha una straordinaria forza di trascinamento: irrita, impietosisce, commuove, turba, allarma. Mette addosso quello scompiglio che soltanto i grandi testi sanno suscitare. (Ermanno Rea)

MY PLAYS
Knut, l'orso partenopeo
I Creativi (L'uomo di fatica)
La commedia dell'Usignolo
Forever blues
12 canti per Jane Austen
Tre operai
Mary Shelley e Frankenstein
Cenerentola assassina
Display
Autori? Si Nasce!
Big Bang
Magnetic Theater Play
Aspettando il 68
Da cosa nasce cosa
La Voragine
Rosa e la Calabria Saudita
Prigioniero della sua proprietà
Sophie del Cabaret Dada
Holy money

Utilizziamo i cookie per offrirti una esperienza migliore nella navigazione del sito. I cookie sono file che vengono memorizzati nel tuo browser e vengono utilizzati da molti siti per personalizzare la tua navigazione sul web.
Continuando a navigare il nostro sito, stai accettando l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi